Alcune indicazioni per le Aziende su come introdurre all’interno della propria strategia di Social Media Marketing gli Influencer Marketing

By | 14 marzo 2018

Influencer-marketingL’attività di influencer marketing è oggi rilevante per tutte le aziende che fanno attività di social media marketing senza distinzione di dimensione o settore, non solo per raggiungere sempre più utenza sfruttando i canali degli stessi influencer, ma anche per capire e per imparare sempre di più da “personaggi” che interagiscono con l’utenza con notevole successo e che in alcuni casi rappresentano un vero e proprio ponte tra l’azienda ed il mercato potenziale.

Di seguito 3 consigli da seguire affinché avvenga una introduzione degli influencer di successo all’interno delle loro strategie aziendali di marketing.

  1. Andare oltre il numero di Follower

Un social media manager competente ha l’obbligo di instaurare relazioni di collaborazione con le persone ed i profili giusti, al fine di accrescere la propria comunità social e di aumentare la brand awareness.

Analizzare i contenuti del profilo in esame è un ottimo modo per valutare e definire il valore reale di quanto il profilo stesso può apportare alla propria attività di sponsorizzazione.

Aggiungendo i profili selezionati ad una lista permetterebbe di tenere sotto controllo la loro attività e valutare nel tempo quelli che maggiormente potranno essere efficaci ed efficienti all’interno della nostra strategia di marketing e di comunicazione.

Il modo migliore per intraprendere questa strada è di interfacciarsi con nuovi profili ogni mese, e vedere ognuno di questi che porte possono aprire al tuo brand. Entrare in contatto con gli influnecer può aprire possibilità uniche e realizzabili altrimenti con grandi sforzi in termini di tempo ed economici.

  1. Creare contenuti finalizzati alla condivisione attraverso i profili degli influencer

I post creati sui social aziendali sono importanti perché rappresentativi del pensiero e della comunicazione desiderata dal tuo brand. Una condivisione di contenuti vecchia, noiosa, datata non farà altro che consegnarti una schiera di follower della medesima qualità non creando assolutamente nessun benefici al tuo brand.

Cosa molto importante: evita l’autocelebrazione del tuo brand. Sia nel settore della vendita al consumo che nel B2B molte aziende seguono la ratio del 411 ovvero: 4 contenuti da engagement magari legati agli influencer e quindi che hanno l’obiettivo della condivisione, 1 contenuto finalizzato alla sponsorizzazione promozionale e un ultimo informativo.

Attraverso questo schema molti brand realizzano campagne di social media marketing di successo.

  1. Diventa una banca dati per la tua azienda ed il tuo brand

Attraverso gli insight ottenuti durante l’attività di sponsorizzazione i social media manager diventano vere e proprie banche dati e possono quindi fornire informazioni molto rilevanti e soprattutto molto costose nel caso in cui le si richiedessero a società di raccolta dati e ricerche di mercato.

I social media managers possono condividere queste stesse informazioni con altri reparti aziendali al fine di utilizzare informazioni provenienti direttamente dai consumatori.

In questa ottica l’utilizzo degli influencer gioca un ruolo molto importante perché i consumatori tendono a non comunicare con l’azienda in maniera diretta, ma preferiscono interfacciarsi con profili e personalità rappresentative di quel mondo. Introducendo l’attività di influencer marketing all’interno dell’azienda e della strategia aziendale può apportare soltanto benefici concreti come: crescita organica e di valore della customer base, traffico al sito web, engagement con i tuoi clienti ed una enrome quantità di informazioni utili.

Square Media Agency

 

web agency napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *