Aspirapolvere centralizzato: quanto costa e come funziona.

di | 30 Settembre 2019

aspirapolvere-centralizzatoL’aspirapolvere centralizzato è un tipo di impianto ancora piuttosto raro nelle abitazioni d’Italia che però, in alcune circostanze, può rivelarsi davvero utile.

L’aria viene infatti aspirata nei vari ambienti, filtrata e poi espulsa all’esterno della struttura senza odori, acari e micropolveri.

Il massimo rapporto qualità prezzo si ottiene quando il sistema viene realizzato e installato in fase di ristrutturazione.

Se ti interessa ti consigliamo di inviare una richiesta su Ristrutturazioni.com, uno dei portali più quotati del settore edile in cui è possibile confrontare fino a tre preventivi.

In questo modo sarà più semplice orientarsi nel settore, fare valutazioni sui prezzi ed evitare spiacevoli fregature.

Aspirapolvere centralizzato pro e contro

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il contro dell’impianto aspirapolvere centralizzato è sicuramente il costo che, però, va considerato non in senso relativo ma assoluto.

Nel senso: se hai una casa appena ristrutturata che non prevede questo tipo di impiantistica forse l’impresa non vale la spesa.

Se però, al contrario, stai costruendo ex novo la casa dei tuoi sogni oppure stai effettuando un restyling radicale, in particolare dell’impiantistica e della climatizzazione, il costo aggiuntivo sarà davvero irrisorio.

In cambio, però, avrai tantissimi vantaggi.

Costo aspirapolvere centralizzato

Il costo dell’aspirapolvere centralizzato dipende dal tipo di ambiente da pulire e, sostanzialmente, dalle dimensioni dell’abitazione da pulire.

In sintesi si può parlare di 10 euro al mq ma bisogna poi aggiungere i vari pezzi che esulano dall’impiantistica ovvero:

  • il tubo aspirapolvere centralizzato
  • ricambi per aspirapolvere centralizzato
  • bocchette aspirapolvere centralizzato

Si tratta, comunque di somme irrisorie rispetto al motore dell’aspirapolvere centralizzato che, comunque, avrà una lunghissima durata.

In un appartamento di 100 metri quadrati, insomma, il costo finale è di circa 1.200 euro e se si pensa che un folletto nuovo può costare anche il triplo non è poi un investimento così proibitivo.

Apirapolvere centralizzato: motore e ricambi Prezzo
Impiantistica costo al metro quadro  10 €
Bocchette di aspirazione (1 per stanza)  25 € l’una
Tubo costo al metro  10 €
Punto presa  100 €

I vantaggi dell’impianto di aspirapolvere centralizzato

  • Silenzioso
  • Pulito
  • Comodo
  • Offre un notevole risparmio energetico e di tempo
  • Sicuro
  • poca manutenzione
  • Versatile

Bisogna probabilmente provare l’aspirapolvere centralizzato con tubo a scomparsa per rendersi conto degli innumerevoli vantaggi.

Tanti per cominciare la manutenzione è praticamente inesistente: bisogna cambiare il sacchetto ogni 2 o 4 mesi come con un normale aspirapolvere.

Ogni due o 3 anni poi si può fare un minimi di manutenzione con dei ricambi aspirapolvere.

In caso di malfunzionamenti gravi poi ci si può sempre rivolgere all’assistenza dell’aspirapolvere centralizzato acquistato.

Anche se, rispetto al robot aspirapolvere, i guasti sono molto meno frequenti.

I filtri dei modelli più all’avanguardia, invece, restano pulito tramite un sistema di autopulizia, presente nella versione Wireless Total.

Ciò vuol dire meno spese di manutenzione e meno grane e vicissitudini da adempiere per prolungare la vita dell’impianto

Il consumo, sia attivo che in stand-by, è davvero minimo o comunque interessante rispetto a un normale aspirapolvere.

Rispetto agli impianti tradizionali ha anche una funzione aspiraliquidi che diventa molto utile in piccole emergenze e situazioni in cui il pronto intervento risulta estremamente utile.

La marche più famose di aspirapolvere centralizzato

La marchi più famose sono Aertecnica, Sistem Air, Electrolux, Gda e Bvc.

In tutti questi casi, se l’aspirapolvere centralizzato non funziona, per esempio se l’aspirapolvere centralizzato non si spegne o non si accende, o ancora l’aspirapolvere centralizzato non aspira, ci si può rivolgere alla propria area di assistenza, in tutti e cinque i casi molto precisa e puntuale.

Sia l’aspirapolvere centralizzato sistem air, come il suo gemello, l’aspirapolvere centralizzato dga, sono adatti ad ogni tipo di superficie: moquette, parquet, gres, marmo, legno, resina e qualunque altro tipo di materiale.

Pareri e opinioni

I pareri e le opinioni sull’aspirapolvere centralizzato sono controverse.

In pochi affronterebbero una ristrutturazione solo per averlo ma chi lo ha lo apprezza molto.

C’è da dire, anche, che questo tipo di impianto incrementa notevolmente il valore dell’immobile.

Insomma, costruire un palazzo con questo sistema è un gran bel vantaggio in fase di vendita dell’immobile.

Anche perché realizzare l’impiantistica, come accennato, mentre si lavora ai condotti di areazione o idrici non ha un costo aggiuntivo così elevato come si potrebbe pensare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *