Come proteggere i cani dai botti di Capodanno

By | 13 dicembre 2014

cane-i

Si avvicina il Capodanno, la sera per eccellenza dei botti, molti dei quali sono fastidiosi per i nostri amici animali. Come affrontare il problema? In che modo evitare ripercussioni sulla loro salute? Esistono alcuni utili consigli da seguire al proposito, suggerimenti molto semplici, ma che permettono di far fronte a delle complicazioni davvero fastidiose.

Il primo suggerimento è di non aumentare l’ansia del vostro cane, per esempio seguendolo in ogni angolo della casa se va a nascondersi. I nostri amici a quattro zampe hanno i loro posti preferiti, ed è inutile tentare di distoglierli dal loro proposito se hanno intenzione di raggiungerli. Un altro consiglio è ovviamente quello di non lasciarli in terrazzo o in balcone, perché i rumori potrebbero rivelarsi davvero troppo fastidiosi, e c’è il rischio che qualche petardo vacante li colpisca.

Da non dimenticare assolutamente è anche l’importanza di non lasciare il vostro cane con una persona che non conosce. Il padrone è il loro punto di riferimento, soprattutto in situazione di tensione emotiva. Si rischierebbe solo di aumentare il livello del nervosismo, e influenzare in maniera negativa l’umore.

Molto utile può essere un consulto preliminare con il veterinario, soprattutto per chi è alle prime armi con la gestione di un cane, e non ha mai fatto fronte ai problemi che possono insorgere durante l’ultima notte dell’anno. Il veterinario può dare valide indicazioni su come comportarsi, su quali gesti evitare, e sull’eventualità di somministrare al vostro amico un leggerissimo tranquillante.

Il primo consiglio è però quello di evitare di base i botti rumorosi: a Capodanno ci si può divertire senza bisogno di disturbare i vicini, di assordarsi e, soprattutto, di mettere a serio rischio la vita e la serenità degli amici animali, che ci danno tantissimo amore il 31 dicembre e non solo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *