Donnarumma: finalmente c’è l’accordo

By | 26 luglio 2017

donnarumma portierePer varie settimane i tifosi del Milan, ma anche quelli delle altre squadre italiane, sono rimasti con il fiato sospeso, in attesa di comprendere cosa sarebbe accaduto a Donanrumma, che a fine contratto non ha fatto dichiarazioni su quali fossero le sue reali intenzioni. Dopo un lungo periodo di tira e molla sembra che finalmente, nel bel mezzo delle ultime fasi del calcio mercato internazionale, il portiere abbia finalmente accettato la proposta del Milan.

Il contratto

Il risultato delle trattative sembra ormai certo, Donnarumma firmerà un contratto di 5 anni con il Milan, secondo il quale riceverà un compenso di ben 6 milioni di euro netti a stagione. In giovane età si tratta di una cifra veramente ragguardevole, soprattutto se si considerano gli ulteriori compensi derivanti dalle sponsorizzazioni. Ma perché il destino del campione del Milan hanno occupato i titoli delle Notizie Serie A per diverse settimane? Beh la risposta è semplice.

Un campione di altri tempi

Donnarumma è un campione di grande talento, come non se ne vedevano da alcuni decenni in tutto il mondo. La sua carriera in Serie A è cominciata pochi anni fa, prima del compimento del suo sedicesimo anno di vita: a soli 15 anni e 11 mesi Gigio era già seduto sulla panchina del Milan. Il primo contratto è arrivato a 16 anni, qualche mese dopo. Oggi Donnarumma, classe 1999, è il portiere titolare del Milan e veste anche la maglia della nazionale under 21, ma anche della nazionale maggiore, come riserva di Gianluigi Buffon. Una carriera invidiabile, a pochissimi anni di età. Non è cosa da poco, visto che Gigio non ha ancora compiuto i 19 anni.

Come cambia lo sport

Ormai da decenni il calcio è uno degli sport in cui c’è un maggiore giro di affari, dovuto soprattutto agli ingaggi milionari dei principali personaggi e alle sponsorizzazioni. Il lavoro del Procuratore sportivo è sempre più intenso e impegnativo. Nella vicenda che riguarda Donnarumma in particolare il ruolo del suo procuratore sportivo sembra decisivo per quanto riguarda non la decisione di confermare la sua presenza al Milan, ma nel ritardo di queste decisione. Molti infatti dichiarano che la giovane età del giocatore abbia consentito al suo procuratore di avere campo libero nelle mosse che si sono verificate nelle ultime settimane: il Milan che propone ingaggi milionari e il giocatore che dice di non essere ancora giunto ad una decisione definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *