Una firma per Bunny: ecco la petizione che vuole salvare i conigli

By | 31 maggio 2014

coniglioIl coniglio rappresenta il terzo animale da compagnia più amato, e ricercato. Dopo cani e gatti, infatti, questo piccolo batuffolo di pelo è l’animale che ha conquistato il cuore degli italiani. Sarà per i suoi occhietti, oppure per quell’aria così indifesa. Di fatto, il coniglio è il nuovo gatto da appartamento (o meglio, da giardino). Tuttavia, in queste ultime settimane è esplosa una petizione per salvarlo.

Già, perchè sul sito firmiano.it, è possibile aderire ad una petizione che chiede di riconoscere il coniglio (e certificarlo) come animale da compagnia. Cosa cambierà per lui? Semplice, potrà non essere più mangiato, oppure ucciso per la sua pelliccia. Un passo davvero notevole di questi tempi.

In Italia, al momento, sono più di 800 mila gli esemplari che vivono nelle case. Proprio per questo motivo, la Federazione Italiana diritti degli animali, insieme ad altre associazioni , ha lanciato questa singolare petizione: in questo modo, il coniglio verrebbe classificato come animale d’affezione, e lo si salverebbe dagli allevamenti intensivi e dalla morte certa.

Se la petizione andasse a buon fine, si potrebbe presentare un disegno di legge che estenderebbe ai conigli le norme che tutelano cani e gatti. In sostanza, non si potrebbe più mangiare coniglio a tavola, e no si potrebbe nemmeno usare la sua pelliccia per i capi d’abbigliamento.

Se siete interessati alla petizione, potete sempre collegarvi sul sito firmiamo.it. Al momento sono state raccolte più di 14 mila firme: parteciperai anche tu all’iniziativa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *