Gli ionizzatori progettati per l’Italia

By | 1 settembre 2016

lavelloOgni paese del mondo è caratterizzato da una particolare tipologia di acqua, che dipende da una lunga serie di fattori. In Italia abbiamo in genere un’acqua molto dura, particolarmente ricca di calcio; per questo motivo se si desidera acquistare und epuratore per l’acqua conviene scegliere tra gli ionizzatori progettati per l’acqua italiana.

Come avviene la ionizzazione

Gli ionizzatori sono apparecchiature tecnologicamente avanzate, che però svolgono un compito abbastanza semplice. Si tratta infatti di apparecchiature che contengono degli elettrodi metallici, che vengono immersi nell’acqua da trattare. Gli elettrodi negativi attirano gli ioni positivi e, viceversa, gli elettrodi positivi attirano gli ioni negativi. Se l’acqua è particolarmente ricca di ioni di un certo tipo, è chiaro che si dovranno inserire degli elettrodi in grado di trattare nel modo corretto l’acqua, sia quando si vuole produrre acqua acida, sia quando la si vuole basica. Per questo motivo è conveniente rivolgersi alle aziende che operano espressamente sul territorio nazionale italiano, evitando di adattare a casa nostra modelli progettati per il mercato orientale, o anche per altri paesi europei.

I filtri

Gli ionizzatori non sono si preoccupano di produrre acqua ionizzata alcalina e acida, ma anche di purificare la materia prima di partenza. Hanno infatti al loro interno una serie di filtri ai carboni attivi, che permettono di rimuovere il cloro e le eventuali impurità presenti nell’acqua. In gran parte d’Italia fortunatamente gli acquedotti trasportano acqua priva di batteri o di sostanze nocive; in alcune zone però spesso la siccità porta ad utilizzare fonti non del tutto sicure, dove è possibile la presenza di sostanze poco piacevole per la salute. In questi casi lo ionizzatore permette anche di purificare l’acqua, per fare in modo da utilizzare ogni giorno un fluido sicuro per la salute.

Come si installa lo ionizzatore

La praticità degli ionizzatori oggi in commercio sta anche nella grande facilità di installazione: questi elettrodomestici necessitano esclusivamente di un accesso alla rete idrica di casa, di una presa elettrica e di una ridotta quantità di spazio. Molto modelli di ionizzatore possono trovare spazio anche sotto il lavello, o in un angolo inutilizzato del piano di lavoro della cucina. L’utilizzo dello ionizzatore è semplice e intuitivo; attraverso un pannello di controllo si può comandare il flusso dell’acqua e si può scegliere se produrre acqua acida o alcalina. Mentre l’acqua alcalina si utilizza per l’alimentazione umana, l’acqua acida può trovare un interessante impiego nelle pulizie della casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *