Guida al risparmio in casa: come tenere a bada i consumi elettrici

By | 15 Febbraio 2014

In tempi di crisi, le famiglie fanno attenzione a qualsiasi spesa superflua. E’ importante, infatti, evitare sprechi inutili di denaro. Ma quando si tratta di bollette, come riuscire a risparmiare?

In realtà, seguendo alcuni piccoli accorgimenti, è possibile vedere la bolletta in modo più leggero: ovviamente, non vi promettiamo una rivoluzione, ma facendo attenzione alle più piccole disattenzioni siamo certi che riuscirete a risparmiare notevolmente a fine mese.

risparmio energetico

Innanzitutto, partiamo proprio dagli elettrodomestici: quando decidiamo di cambiare la lavatrice, o il frigorifero, è bene scegliere il nuovo acquisto con cura. Prima di tutto, infatti, dobbiamo valutare la classificazione energetica. Il consumo elettrico passa proprio attraverso queste due parole.

L’Unione Europea, al fine di agevolare e rendere trasparente anche i concetti più complicati, ha creato questa classificazione dedicata agli elettrodomestici di casa: quella peggiore (nonché identificata come quella che fa consumare di più) è identificata con la lettera G, mentre la più alta (quindi quella più conveniente e vantaggiosa) è la A +++.

La nostra attenzione, però, non deve diminuire una volta che abbiamo effettuato l’acquisto: per cercare di risparmiare in modo coerente, e costante, dobbiamo fare attenzione anche a quando utilizziamo questi elettrodomestici.

A questo proposito, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha identificato 3 differenti fasce a cui prestare attenzione: giornaliera, serale e festiva.

Le più economiche, e convenienti, solo quelle serali e festive: interessano le ore comprese tra le 19 e 7 del mattino, oltre ai giorni festivi. Sarebbe, invece, opportuno evitare di utilizzare la lavatrice, o qualsiasi altro elettrodomestico durante la giornata: i consumi lieviterebbero velocemente.

Infine, ricordatevi di spegnere qualsiasi elettrodomestico: la lucetta rossa (che indica che il vostro elettrodomestico è in stand by) dovrà essere totalmente spenta. In questo modo, risparmierete ulteriore corrente.

In definitiva, il risparmio in bolletta è possibile: si tratta solo di fare attenzione ai nostri primi acquisti, e a come (e soprattutto quando!) utilizziamo gli elettrodomestici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *