Il sentiero di Francesco: un itinerario religioso e di vita

By | 25 maggio 2015

assisi monasteroIl Sentiero di Francesco è un itinerario religioso che ripercorre una parte dei luoghi cardine della vita di San Francesco. L’itinerario, giunto ormai alle sesta edizione, copre una distanza di circa 40 km e si svolge in tre giorni e prevede un cammino che da Assisi arriva a Gubbio, passando per Valfabbrica. Nel corso del cammino sarà possibile scoprire i luoghi toccati da San Francesco nel suo primo viaggio verso Gubbio, dopo aver rinunciato alle ricchezze del padre Pietro di Bernardone, per seguire la voce di Dio e vivere una vita di fede, povertà, preghiera e amore profondo per tutte le creature del Signore.

Generalmente il percorso viene effettuato nei primi giorni del mese di Settembre e prevede appunto la partenza in mattinata dal vescovato di Assisi (con visita alla tomba del Santo) e l’arrivo nel tardo pomeriggio a Valfabbrica; Caprignone e San Pietro in Vigneto saranno le tappe del secondo giorno di cammino, mentre il terzo giorno si arriva a Vallingegno e poi verso la tappa finale, la splendida Gubbio. I tre giorni di esodo, fatti di cammino, fatica, meraviglia, ma anche gioia, non sono solo un percorso nell’incontaminata bellezza della natura umbra attraverso quei luoghi densi di memoria, sono anche un’occasione per intraprende un viaggio interiore alla riscoperta di se stessi, vivendo un’esperienza simile al cammino di conversione che che ha portato il Santo di Assisi alla riconciliazione con Dio e alla conquista della fede.

Il programma è promosso dalle diocesi di Assisi, Nocera Umbra, Gualdo Tadino e di Gubbio, d’intesa con le famiglie francescane e con il sostegno della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, delle amministrazioni comunali di Gubbio, Assisi e Valfabbrica e delle comunità montane Umbria Nord e dei Monti Martani, Serano e Subasio. Durante i tre giorni di pellegrinaggio saranno previsti incontri, momenti di riflessione e preghiera. Chi decide di intraprendere un tipo di viaggio del genere deve però essere preparato e deve munirsi dell’attrezzatura necessaria per non imbattersi in fastidi che potrebbero contaminare la piacevole esperienza (come non essere attrezzati in caso di pioggia per esempio o non avere le scarpe adatte), ma grazie ai pratici consigli facilmente individuabili anche sul sito ufficiale, il pericolo sarà scongiurato e l’esperienza indimenticabile.

L’itinerario è gratuito, tranne alcuni servizi come i pasti, l’alloggio e i trasporti che chiaramente saranno a pagamento. Per queste e altre informazioni o numeri utili è consigliabile consultare la pagina http://www.umbriafrancescosways.eu/sentiero-francescano/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *