In Serbia sarà privatizzato il calcio

By | 28 febbraio 2015

serbiaIl calcio serbo sembra essere arrivato al capolinea, almeno dal punto di vista finanziario. Una crisi che ormai procede da anni e che sembra non arrestarsi più, provocando un totale disastro nell’ambiente calcistico e non solo. Gli anni d’oro sono ormai terminati da tempo per il calcio serbo, non emergono più campioni e i giovani calciatori, per riuscire effettivamente a sfondare in questo campo, devono inevitabilmente migrare altrove. Chiaramente la colpa principale è data dalle continue guerre che avvolgono questo Paese, molti Stati puntano alla propria indipendenza e ciò comporta una frammentazione incredibile che non permette assolutamente unità e a risentirne è anche il calcio.

Inevitabilmente, con uno scenario così disastroso dal punto di vista finanziario, il primo ministro della Serbia, Aleksandar Vucic, ha dichiarato praticamente la morte del calcio di Stato. Sono ormai trascorsi degli anni da quando le giovani promesse serbe, come ad esempio Jugovic e Savicevic davano la possibilità di finanziare le casse. Le società non investono più ed i giovani professionisti preferiscono andare a giocare altrove. Quindi, proprio per questi motivi, l’unica soluzione per poter far sopravvivere questo sport nazionale risulta essere la privatizzazione. Il calcio serbo quindi va in mano ai privati, le varie società non erano più in grado da sole di finanziare le proprie squadre, molti calciatori si ritrovavano a non essere più pagati e per questo il cambiamento doveva avvenire senza alcuna esitazione. Per Vucic questa è una grandissima sconfitta per la Serbia, una crisi però che non poteva praticamente essere risanata in alcun modo se non attraverso la privatizzazione di questo sport. A tal proposito già ci sono dei finanziatori, provenienti dai top club della Bundesliga, che sembrano essere intenzionati ad aiutare principalmente le due squadre di Belgrado. Si attendono quindi nuovi privati pronti ad investire sul calcio serbo, provando in questo modo ad aiutare questo sport a ritrovare lo splendore degli anni passati.

Questa e altre news dal calcio estero possiamo trovarle nei più importanti portali di sport della rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *