Pil USA registra nuova revisione al rialzo

By | 20 aprile 2017

Negli Stati Uniti la stima finale del Pil recentemente pubblicata e relativa al quarto trimestre dello scorso anno, ha registrato una revisione al rialzo, portando così il tasso di sviluppo del prodotto interno lordo dal +1,9 per cento che era stato precedentemente indicato, al nuovo livello del +2,1 per cento trimestre su trimestre su base annualizzata, contro le attese che vedevano invece un miglioramento più modesto a +2,0 per cento trimestre su trimestre.

Il 2016 si chiude tuttavia con un deciso rallentamento della crescita, visto e considerato che il ritmo di sviluppo dell’economia locale aveva toccato quota + 3,5 per cento trimestre su trimestre nei mesi estivi e con un bilancio sull’intero anno che di ferma poco sopra l’1,6 per cento anno su anno, per un livello che – confrontato con lo storico recente, si colloca ai minimi dal 2011 a questa parte.

Scomponendo il dato statistico in termini di componenti, significativa risulta essere la revisione al rialzo per i consumi privati, che crescono del 3,5 per cento trimestre su trimestre, e non al tasso del 3,0 per cento trimestre su trimestre come invece era stato suggerito dalle stime preliminari che precedentemente erano state diffuso sul territorio nord americano. A completare il quadro sono infine arrivati i dati relativi all’andamento del mercato del lavoro, che registrano una nuova flessione per i sussidi di disoccupazione che, nella settimana conclusasi alla fine del mese di marzo, sono calati da 261 mila unità a 258 mila nuove richieste, fermandosi così poco sopra al consenso dei principali analisti finanziari, pari a 247 mila unità. I valori per i sussidi rimangono comunque compatibili con nuovi progressi sul mercato del lavoro, che dovrebbero poter essere riscontrati nel corso delle prossime pubblicazioni statistiche in corso di diffusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *