Quanto valgono le medaglie d’oro alle Olimpiadi

By | 22 agosto 2016

oro-rio-2016Le medaglie d’oro che in questi giorni stiamo osservando sui podi delle Olimpiadi brasiliane sono le più grandi di sempre ma, contrariamente a quanto potrebbe superficialmente apparire, non sono le più preziose di sempre, visto e considerato che rispetto a quelle in uso a Londra 2012, le medaglie d’oro di Rio 2016 valgono 52 dollari in meno.

Il perché è presto detto. Le medaglie, tecnicamente, misurano 8,5 centimetri di diametro, hanno uno spessore di 6 millimetri (ma sono grosse 1,1 centimetri nella parte centrale) ed hanno un peso di circa 500 grammi. Tuttavia, complessivamente le 812 medaglie d’oro di Rio 2016 hanno un valore complessivo di 190 mila euro, circa 36 mila euro in meno rispetto a quelle di quattro anni fa.

A sancirlo è una stima compiuta da IG.com, sulla cui valutazione complessiva non possono che impattare alcune determinati di “scarso” controllo, come le oscillazioni della materia prima, e il fatto che il Comitato olimpico internazionale ha deliberato che una medaglia d’oro non possa avere più di 6 grammi d’oro.

Prendendo tale spunto come base di partenza, il quotidiano Il Sole 24 Ore ha pertanto calcolato che la medaglia d’oro conquistata da Valentina Vezzali nel fioretto femminile a Sydney 2000 aveva un valore di 46,60 euro, sulla base al prezzo del metallo giallo in essa contenuto. L’oro di Elisa Di Francisca a Londra 2012, nella stessa specialità valeva, invece, 276,30 euro. Insomma, in 12 anni il valore dell’oro contenuto nella prima medaglia olimpica per importanza è cresciuto di quasi il 600 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *