I rimedi naturali contro la stitichezza

By | 6 marzo 2014

Uno dei problemi più comuni, soprattutto nelle donne, è la stitichezza. Secondo alcune ricerche, si è arrivati a stimare che circa 13 milioni di persone soffrono di questo problema, e la maggior parte di essi vengono rappresentati dalle donne.

Ma cos’è esattamente la stitichezza, da cosa deriva e come si può combattere?

La stitichezza, o stipsi, si identifica nella difficoltà ad evacuare completamente le feci. Chi ne soffre, infatti, riesce a liberarsi meno di due volte alla settimana. Inoltre, ha un senso di pesantezza, e di gonfiore, costante.

clistere

In definitiva, chi soffre di stipsi ha difficoltà ad evacuare, e quando ci riesce può riscontrare dolore. Le feci, poi, si presentano dure e, molte volte, si ricorre ad un aiuto manuale per evacuare più facilmente.

Le origini della stitichezza possono essere differenti: nel caso in cui non siano state riscontrate particolari malattie, la stipsi può essere provocata da gravidanza, dieta poco equilibrata, sedentarietà o sindrome del colon irritabile.

Se, invece, sono state appurate malattie, queste possono essere di tipo ano-rettali (emorroidi, regadi,…), di tipo nervoso oppure associabili all’intestino (ad esempio, la colite).

Per combattere la stitichezza, però, non esiste un rimedio universale: la stipsi, infatti, non è una vera malattia, ma solo il sintomo che può portare ad un evento successivo.

A livello naturale, però, esistono numerosi modi per combattere la stitichezza: prima di tutto è importante bere tanta acqua. Inoltre, è bene assumere quantitativi adeguati di legumi e fibre. Infine, al mattino dopo il risveglio potete iniziare la vostra giornata bevendo un bicchiere di acqua tiepida, e mangiando due cucchiai di semi di lino.

In questo modo, i semi di lino avranno un effetto emolliente per le pareti intestinali, ed aiuteranno correttamente il transito delle feci. Infine, potete sempre assumere barbabietole, fichi d’india e prugne: sono tutti ottimi prodotti che aiutano naturalmente ad evacuare le feci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *