Ristrutturare casa: consigli pratici sulla parte elettrica

By | 9 Agosto 2015

ristrutturareLa ristrutturazione della casa può diventare un’impresa simile all’Odissea: permessi da richiedere, preventivi, lavori di muratura, scavi e impianti elettrici da ultimare. In questa baronda, il futuro proprietario si ritrova a parlare con geometri, muratori, elettricisti e tanti altri specialisti: la confusione, quindi, è più che normale.

Quest’oggi analizzeremo nel dettaglio i lavori inerenti la parte elettrica, e l’eventuale possibilità di installare nuovi punti luce.

Una volta scelti questi ultimi dettagli, sarà il vostro elettricista di fiducia a portare a termine i lavori. Tuttavia, in questo caso vi si porrà di fronte una nuova decisione da prendere: quest’ultima riguarderà la scelta delle cosiddette placche elettriche.

Di cosa stiamo parlando? Semplicemente di coperture utilizzate proprio sulle prese di corrente che si trovano sui vostri muri. Molti le considerano solo un abbellimento estremo della casa, e non fanno mai caso alla loro scelta (in tanti, ad esempio, fanno decidere all’elettricista stesso). La conseguenza finale, però, è molto spesso negativa. E la ragione è presto spiegata.

Iniziamo con il dire che le placche elettriche sono semplici coperture, ma queste devono essere scelte in base ad un unico criterio: devono combaciare perfettamente con la scossa. Una volta appurata questa condizione, si può passare a scegliere il materiale, la forma e la dimensione.

Fortunatamente, in commercio esistono molti negozi che si occupano della loro vendita: parliamo, ad esempio, dei vari Brico o della catena Leroy Merlin. Tuttavia, anche la rete è molto utile in questo caso, come ad esempio potete trovare qui placche per interruttori Vimar.

In questi centri potete sicuramente trovare le placche perfette per la vostra abitazione: ma come si scelgono?

Una volta compreso il tipo di placca da installare correttamente sulla scocca, non vi resta che capire lo stile che volete seguire. Le placche per interruttori Vimar, ad esempio, sono realizzate in diversi materiali quali legno o reflex, tecnopolimero o metallo. Inoltre, sono disponibili in diversi colori e a prezzi accessibili.

Insomma, stiamo parlando di un accessorio per la casa da sempre sottovalutato, ma che rende l’abitazione completa e soprattutto elegante e fine. Una volta scelto lo stile più adatto ai vostri gusti, avete anche la possibilità di installare placche elettriche da due, tre o più prese (dipende sempre dalla scocca di base che avete al muro).

Infine, un ultimo accorgimento: le placche per interruttori (Vimar o di qualsiasi altro produttore) possono essere installate tramite l’utilizzo di qualche vite oppure semplicemente ad incastro. Il risultato finale, però, sarà davvero elegante, fine e molto curato. Proprio come tutta la vostra abitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *