Saponi antibatterici, gli USA dicono stop alla vendita

By | 13 settembre 2016

sapone-bio-400x250Negli Stati Uniti non verranno più venduti saponi antibatterici per il lavaggio di mani e corpo, contenenti il triclosano e altre 18 sostanze. A deciderlo è l’organo competente per il territorio statunitense, la Food and Drug Administration (Fda), che già in passato aveva preallarmato contro i rischi di tali prodotti.

Insomma, promossi mediaticamente come dei portenti per poter prevenire le malattie e il diffondersi delle infezioni, l’Agenzia statunitense che regola i farmaci ha specificato che non sarebbe affatto vero che tali prodotti siano più efficaci della normale “acqua e sapone”, e non sarebbe stata inoltre dimostrata la sicurezza a lungo termine di un loro uso giornaliero.

Anche in virtù di ciò, alcune società USA avevano già provveduto ad eliminare tali sostanze dai loro prodotti (parte di questi componenti attivi sono invece legali in Europa). La decisione non sembra comunque riguardare disinfettanti per le mani, salviette, o prodotti antibatterici usati nelle strutture sanitarie.

“I consumatori possono essere indotti a pensare che i lavaggi con saponi antibatterici siano più efficaci nel prevenire la diffusione di germi, ma non ci sono prove scientifiche che siano migliori del semplice acqua e sapone. Anzi, alcuni dati suggeriscono che le sostanze antibatteriche possano fare più male che bene nel lungo periodo” – ha dichiarato Janet Woodcock, dell’Fda.

Per quanto concerne le ragioni di tale scelta, la decisione dell’agenzia federale americana sembra essere giunta dopo che nel 2013, sulla base di alcuni elementi statistici che indicavano possibili pericoli per la salute, la Fda aveva chiesto alle aziende produttrici di presentare nuovi dati sulla loro sicurezza ed efficacia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *