Trovare casa: come attivarsi e agire in modo corretto

By | 11 novembre 2018

mutuo casaQuali spese si devono affrontare
L’incognita mutuo

Negli ultimi mesi si è avvertito un ritorno degli italiani, specialmente per quanto riguarda i giovani, alla scelta della casa ideale. Per un certo tempo le banche erano diventate restie a concedere mutui ipotecari sulla prima casa e il periodo di crisi economica aveva portato molti a non potersi permettere una nuova casa, prediligendo quindi l’affitto. Oggi le cose sembrano essere tornate al periodo pre crisi, anche grazie ad un atteggiamento più “aperto” da parte degli istituti di credito.

Le offerte migliori per le abitazioni


Il passato periodo di crisi ha portato per altro il mercato degli immobili ad essere particolarmente interessante oggi: sono numerose le abitazioni in offerta speciale, con un valore che negli anni è sceso a volte anche fino al 50% rispetto agli anni prima della crisi economica. Chi oggi desidera la casa ideale non ha problemi a trovarla, anche a un costo decisamente leggero se confrontato a quello di alcuni anni fa. Per trovare le offerte migliori ci si può rivolgere anche alle numerose agenzie presenti in rete, alcune delle quali propongono anche un servizio completo. www.passione-immobiliare.it ad esempio offre non solo la consulenza per la scelta della casa, ma è in grado di occuparsi anche della pratiche necessarie all’itero passaggio di proprietà, oltre a poterci consigliare un istituto di credito in cui richiedere l’accensione del mutuo.

Cosa si intende per mutuo ipotecario


In Italia e nel resto del mondo quando si richiede l’accensione di un mutuo per la casa si intende in genere un mutuo ipotecario: in pratica l’abitazione stessa che si sta acquistando fungerà da garanzia. Questo ci permette di ottenere un prestito apri al valore dell’immobile, o più cautamente all’80% di tale cifra; se alcune delle rate richieste negli anni non saranno saldate si corre il rischio che la banca si impossessi dell’immobile stesso. Il mutuo ipotecario è quindi un vantaggio, ma offre anche alcuni rischi: conviene non esporsi per cifre eccessive da saldare ogni mese, per non trovarsi nell’impossibilità di pagarle. Per questo tali prestiti possono avere un periodo di ammortamento pari a 30 o 40 anni, cosa che diluisce le rate nel tempo, rendendole più leggere. Nel caso in cui l’abitazione scelta diventerà la residenza della famiglia, quindi la prima casa, in Italia si gode di una serie di vantaggi, tra cui una tassazione agevolata.

Quanto costa la casa

All’effettivo prezzo dell’abitazione scelta si deve comunque aggiungere l’IVA, per quanto agevolata, le imposte di registro e la parcella del notaio. Inoltre nel caso in cui non si possieda l’intera cifra necessaria per avere l’abitazione, si dovranno considerare anche gli interessi, che vanno calcolati secondo particolari formule e dipendono dal tasso scelto e dalle condizioni che la banca ci propone. In più potremmo desiderare di acquistare nuovo mobilio, così come di ristrutturare l’intera abitazione, o anche parte di essa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *