Uova a colazione, pratica salutare o da evitare?

By | 28 agosto 2017

Non troppi anni fa alcuni nutrizionisti avevano concluso che sarebbe stato opportuno non mangiare più di poche uova alla settimana. Il motivo? È che le uova contengono colesterolo e il colesterolo non è certamente quel che ci vuole per la vostra salute. La ricerca sottolineava d’altronde come fosse noto che il colesterolo nel nostro sangue sia determinato da quanto si mangia e dal contenuto più o meno nocivo del nostro cibo. Ma è davvero così?

Quel che è certo è che la maggior parte del colesterolo in eccesso nel nostro sangue è in realtà prodotto dal Fegato ed è una risposta al mangiare troppi grassi saturi. Una analisi condotta su 17 diversi studi, pubblicata dal British Medical Journal (BMJ) nel 2013, ha poi concluso che “il consumo più elevato di uova non è associato a un aumentato rischio di malattie cardiache o ictus”.

Insomma, non è affatto detto che le uova facciano male, anche se assunte a colazione. Anzi, sia che si tratti di un uovo bollito o in camicia, le uova sono una sicura sorgente di proteine, sono ricche di vitamine e di minerali, e possono dunque costituire – come da tradizione anglosassone – un ottimo inizio di giornata.

Dunque, come comportarsi con le uova? È giusto assumerle? Anche a colazione? O sarebbe opportuno cercare di limitare il loro consumo? In linea di massima, salvo che le vostre specifiche condizioni di salute non lo richiedono, le uova possono essere consumate a colazione senza particolari precauzioni. Vi consigliamo naturalmente di non friggerle nè soffocarle nel grasso…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *