Dolore alla schiena e umidità: c’è relazione?

di | 25 Aprile 2020

Avete mai sentito qualche anziano lamentarsi sul fatto che il clima sta peggiorando la condizione di artrite?

Ebbene, aveva ragione. Le persone che soffrono di dolori cronici hanno più probabilità di soffrire di dolori nei giorni umidi e ventosi, secondo uno studio che ha utilizzato gli smartphone per valutare le connessioni tra il dolore e il tempo.

I risultati di questo studio potrebbero essere importanti per i pazienti in futuro per due motivi“, ha detto il leader dello studio Will Dixon, del Center for Epidemiology Versus Arthritis, University of Manchester, in Inghilterra. “Dato che possiamo prevedere il tempo, potrebbe essere possibile sviluppare una previsione dei disagi conoscendo la relazione tra il clima e il dolore. Questo permetterebbe alle persone che soffrono di dolore cronico di pianificare le loro attività, completando compiti più difficili nei giorni in cui si prevede di avere livelli di dolore più bassi”, ha detto Dixon in un comunicato stampa.

“Il set di dati fornirà anche informazioni agli scienziati interessati a comprendere i meccanismi del dolore, che potrebbero in ultima analisi aprire la porta a nuovi trattamenti”, ha aggiunto Dixon. Lo studio ha incluso più di 2.600 persone in tutto il Regno Unito con patologie come l’artrite, la fibromialgia, l’emicrania e il dolore neuropatico.

Gli analisti hanno utilizzato un’applicazione per smartphone per registrare i sintomi del dolore quotidiano e il loro tempo locale è stato determinato utilizzando le informazioni di localizzazione dal GPS del loro smartphone. I dati sono stati raccolti per circa sei mesi. I partecipanti avevano più probabilità di avere dolore nei giorni umidi che in quelli asciutti. Anche la bassa pressione e la maggiore velocità del vento erano associate a giornate dolorose, ma in misura minore rispetto all’umidità, i risultati hanno mostrato. Tuttavia, i ricercatori non hanno potuto dimostrare un rapporto di causa-effetto.

Nel complesso, la temperatura non sembrava influire sul dolore, ma i giorni freddi che erano anche umidi e ventosi potevano essere più dolorosi. Non c’era alcun legame tra pioggia e dolore.

L’analisi ha mostrato che nei giorni umidi e ventosi con bassa pressione le probabilità di provare più dolore, rispetto a un giorno medio, si aggiravano intorno al 20%. Questo significa che, se le probabilità di provare dolore in un giorno di tempo medio sono di 5 su 100, aumentano a 6 su 100 in un giorno umido e ventoso“, ha spiegato Dixon.

Si pensa che il tempo influenzi i sintomi nei pazienti affetti da artrite sin dai tempi di Ippocrate. Circa tre quarti delle persone che convivono con l’artrite credono che il loro dolore sia influenzato dal tempo“, ha detto.

Eppure, nonostante molte ricerche che esaminano l’esistenza e la natura di questa relazione, non c’è ancora un consenso scientifico“, ha osservato Dixon. “Speravamo che gli smartphone ci permettessero di fare maggiori progressi, reclutando molte più persone e seguendo i sintomi quotidiani attraverso le stagioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *