Auto elettriche: risparmiare sull’assicurazione

By | 14 aprile 2014

auto elettricaL’auto elettrica è un veicolo che oggi attrae sempre più gli automobilisti. Si tratta di vetture che non emettono alcuna sostanza inquinante, il cui acquisto risulta però frenato dal costo, più elevato rispetto a quello di una vettura tradizionale.

In realtà molti non sono a conoscenza che dopo un iniziale sacrificio economico, sarà possibile risparmiare su diverse spese, ad iniziare da quelle dell’assicurazione.

Il sempre più crescente interesse verso le auto elettriche ha modificato infatti anche l’atteggiamento delle compagnie assicurative, che hanno reso i premi più vantaggiosi.

Sono infatti tanti coloro che si domandano come risparmiare sulle polizze per le auto elettriche    e soprattutto quanto è possibile economizzare.

In generale si può affermare che disponendo di un auto elettrica, il risparmio sulla polizza di assicurazione può arrivare fino al 50% rispetto ad una tradizionale.

L’auto elettrica rappresenta non soltanto un veicolo molto utile dal lato ambientale ma può essere quindi davvero conveniente anche per chi stipula un contratto assicurativo.

Proprio in un periodo di crisi economica e recessione, investire in un un’auto elettrica può essere  una scelta azzeccata, in quanto viene garantito un elevato risparmio anche in termini di premi assicurativi.

Per avere una idea più concreta, tra due utilitarie, una elettrica e l’altra con motore a benzina, con analogo numero di cavalli ed una assicurazione tradizionale di 500 euro all’anno, il risparmio può essere pari ad almeno 140/150 euro in dodici mesi, circa un 30 per cento in meno.

Questo per quanto riguarda l’RC auto. In caso vengano incluse ulteriori garanzie assicurative, come ad esempio l’assistenza stradale, il risparmio derivante dall’acquisto di una vettura con motore elettrico può anche raggiungere il 50 per cento rispetto ad un’auto con propulsore a benzina.

Il risparmio sul lungo periodo per chi acquista un’auto elettrica risulta pertanto considerevole, non soltanto con riferimento ai costi di manutenzione ma anche con riguardo a quelli di assicurazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *