Galateo del Lutto: tutto ciò che occorre sapere

By | 16 febbraio 2015

funeraleSe state organizzando un Funerale Roma è giunto il momento che conosciate il Galateo del Lutto. Ebbene sì pechè anche questo frangente così delicato della vita ha delle sue regole di bon ton a cui sarebbe consigliabile attenersi, soprattutto per infondere una sensazione di rispetto nei confronti del defunto e della sua stessa famiglia.

Iniziamo con l’abbigliamento: la parola d’ordine in questo ambito non potrebbe che esser quella della sobrietà. Ma con sobrietà non intendiamo necessariamente parlare di eleganza, poiché l’importane è che si scelgano abiti semplici ma al tempo stesso dignitosi, preferibilmente votati ai colori scuri (come il nero, il blu e il grigio) e adornati anche con qualche accessorio colorato ma che non sia certo sentore di festa!

Le usanze del Galateo impongono agli uomini di indossare camicia bianca, giacca scura, cravatta lunga; alle donne è invece consigliato mettere le calze, sfoggiare un trucco leggero e calzature sobrie, nonché predisporsi ad un outfit votato ai colori scuri. Sconsigliato è l’utilizzo di occhiali che vengono tutt’al più ammessi solo per i parenti più stretti che possono utilizzare questo accessorio per nascondersi dalle lacrime di sofferenza e da espressioni di puro sconforto nei confronti della persona appena passata a miglior vita.

Anche i bambini farebbero bene a presentarsi con un abbigliamento adeguato. Se i maschietti possono liberamente ispirarsi al papà e quindi indossare un abito sobrio e scuro, le bambine hanno invece la possibilità di vestire con un abito semplice e privo di decorazioni varie.

In ultimo, ma non meno importante: se il defunto dovesse averci regalato un determinato accessorio come una cravatta, un coprispalle, un foulard o un paio di scarpe, faremmo bene a indossarlo poiché verrebbe visto come un degno omaggio al suo ricordo. In ogni caso non abbiamo timore nel chiedere alla sua famiglia le migliori indicazioni per apparire al meglio al funerale: in fin dei conti si tratterebbe come un atto di pura cortesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *