Il 2018 sarà l’anno di una nuova impennata di Bitcoin?

By | 16 aprile 2018

bitcoinIl 2018 è iniziato piuttosto male per tutte le criptovalute. E mentre alcune persone già si disperano, in realtà alcuni analisti suggeriscono che i prossimi mesi saranno piuttosto incoraggianti per Bitcoin e le altcoin, convinti che tutte le valute più importanti avranno una forte ripresa durante la seconda parte dell’anno (intanto, potete dare un’occhiata qui all’attuale Cambio BTC EUR: Quanto vale un bitcoin in euro).

Le migliori criptovalute… saranno ancora le migliori

Ma per quale motivo c’è tanto ottimismo da parte di alcuni osservatori? Iniziamo con il rammentare che nelle criptovalute c’è in realtà molto di più rispetto a quanto dica il solo prezzo di Bitcoin. Sfortunatamente, però, il valore di BTC determina come il resto dell’ecosistema si evolverà nei prossimi mesi e nei prossimi anni, continuando così a condizionare l’intero contesto.

In secondo luogo, bene rammentare che diventare ricchi rapidamente con le criptovalute… probabilmente non potrà più accadere. Il che, però, non significa che il settore non saprà riprendersi con vigore: e proprio per questo molti esperti del settore si dichiarano non troppo preoccupati per l’attuale mercato ribassista, sottolineando come – anzi – i mercati starebbero confermando una consueta volatilità, non certo nuova.

Il co-fondatore di BRD Aaron Lasher, ha in merito commentato che “il gioco non è affatto finito, la scarsità digitale è una grande innovazione in denaro e in valore, e siamo solo nelle fasi iniziali di una tendenza pluridecennale verso la tokenizzazione delle risorse”.

Certo è che negli ultimi sette giorni, tutte le principali valute hanno perso una discreta quantità di capitalizzazione. Il calo oscilla tra l’11,6% e il 15,9%, con Ethereum che a fare peggio. Inoltre, oltre l’80% delle prime 100 valute digitali classificate per capitalizzazione di mercato sono diminuite di valore nell’ultima settimana, e in tale ambito è Bitcoin a trascinare il tutto, come sempre avvenuto nel passato. Una tendenza che – sottolineano gli osservatori – non cesserà fino a quando il prezzo di Bitcoin non riprenderà in modo efficace il terreno perduto.

Bitcoin pronto alla riscossa?

Chiarito quanto precede, è ora che le cose diventeranno più interessanti. Non è infatti la prima volta che Bitcoin attraversa un lungo ciclo ribassista, tanto che ad un certo punto della sua storia, il valore per BTC è sceso di quasi il 99%.

Il futuro, inoltre, offre numerosi appigli di fiducia. Il lancio degli ETF su Bitcoin consente ad esempio agli investitori istituzionali di speculare sulle criptovalute, e sebbene la domanda al momento sembra piuttosto bassa, le cose stanno gradualmente migliorando.

Inoltre, è probabile che Bitcoin andrà incontro a una crescente regolamentazione dell’industria della criptovaluta nel suo complesso, e questo nel medio termine fungerà da supporto alla valuta e all’intero ecosistema.

Come se non bastasse, molte valute diverse da Bitcoin si stanno evolvendo in senso positivo. Ethereum è destinato a subire alcuni grandi cambiamenti, Ripple sta ancora facendo breccia nel settore finanziario. Insomma, tutto lascia presagire che la seconda parte dell’anno potrebbe essere rialzista per le criptovalute. Sarà così?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *