Matrimonio, come prepararsi al servizio fotografico

di | 26 Agosto 2016

foto nozzeSiete alla ricerca di un fotografo di matrimonio a Milano? Niente paura, ne troverete a volontà non appena avrete il reale bisogno di reperirne uno! Ciò che dovreste fare prima di partire alla ricerca di un professionista, semmai, è mettere in conto tutte le possibili variabili che vanno tenute in considerazione in vista di un book fotografico per un matrimonio.

Come prima cosa trattiamo proprio la questione relativa al professionista. Ebbene, sappiate che generalmente il costo di un fotografo professionista per un servizio estremamente semplice si aggira intorno ai 400 euro, anche se di solito, considerando le necessità degli sposi e anche il bisogno di doversi spostare di qualche chilometro alla ricerca della location più bella, è molto probabile – se non quasi la norma – che la parcella di un fotografo possa venire a toccare anche i 1000, i 1500 e come ipotesi massima anche i 2000 euro.

D’altra parte dovete considerare che il fotografo non si occupa solo di seguirvi e di scattarvi le foto che tanto desiderate, ma che è anche la mente e la mano che sta dietro un buon lavoro fotografico. E poi, non dimenticate: il fotografo si occupa anche di farvi avere le foto riprodotte in alta qualità e con tutti gli effetti speciali che potreste voler introdurre nei vari scatti. Insomma, il servizio prestato da un professionista della fotocamera è molto completo e come giusto che sia va ripagato come di conseguenza.

Dopo di che bisogna ricordarsi che essere puntuali, fare il pieno all’automobile per non perdere tempo e calcolare tempi di percorrenza da un luogo all’altro sono tutte cose a cui occorre pensare a monte. Ci sono innumerevoli esempi di servizi fotografici che si sono ritrovati ad essere preda del nervosismo e del compromesso proprio perché non erano state valutate molte variabili (a cui ci si è ritrovati a dover fare fronte solo quando era troppo tardi, ovviamente).

Se preferite, potete anche decidere di trovare uno stile che più vi si addice. C’è per esempio chi decide di fare un book incentrato sul “regno delle favole”, chi invece sul “selvaggio west”, chi ama incentrare il tutto su un ambiente marittimo e chi invece guardare alla montagna, e così via. Pensate, valutate e organizzatevi: tutto è possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *