Francia, buon andamento della fiducia dei consumatori

By | 26 giugno 2017

Come atteso, in Francia l’indice che misura l’andamento della fiducia dei consumatori nel corso del mese di giugno ha compiuto un poderoso incremento, passando a quota 108 punti contro i precedenti 103 punti, ma – nonostante le già citate previsioni positive – comunque ben al di sopra delle stime di consenso, toccando un massimo dal giugno 2007 a questa parte.

Per quanto attiene le determinati di questa evoluzione, sembra che il sia principalmente spiegabile in seguito a un netto miglioramento di tutti i sotto-indici, con una specifica valutazione migliorata della propria disponibilità finanziaria sia passata sia futura e delle condizioni di vita sia passate sia future (che passano a livelli massimi da maggio 2007, salendo a +1,2 punti da -14,1 punti).

A migliorare in maniera decisa è anche la propensione al consumo. Le attese di inflazione per i prossimi 12 mesi rimangono invece pressoché invariate, mentre i timori per la disoccupazione rientrano ampiamente nel mese, segnando un minimo da aprile 2008.

Stando ai risultati sopra anticipati, non possiamo che rammentare come i dati dell’indagine di giugno siano stati certamente influenzati anche dagli esiti della primavera elettorale, come era già successo nel 2007, che si è conclusa in un’ottica giudicata tendenzialmente positiva dei mercati. Proprio alla luce di ciò, non sono da escludere importanti correzioni nel corso dei prossimi mesi, a conferma che i consumi stanno accelerando a un ritmo più sostenuto e compatibile con un’accelerazione del PIL quest’anno di circa mezzo punto percentuale. In media trimestrale, infine l’indice sul morale delle famiglie ha subito un miglioramento di oltre tre punti, salendo a 103,7 punti da 100,5 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *