Come usare la digitopressione per dormire

di | 13 Marzo 2022

Considerato che mente e corpo sono interconnessi, le ostruzioni fisiche nei canali possono essere sia la causa che l’effetto di cose che accadono nella mente. Poiché il sonno è un processo sia fisico che mentale, la digitopressione può essere molto efficace per incoraggiare un buon sonno, rilassando la tensione fisica, alleviando il dolore, bilanciando la funzione degli organi o aiutando la mente ad elaborare pensieri ed emozioni difficili.

Prima di iniziare, tieni a mente alcune cose. Se un punto è tenero quando si preme su di esso, è probabile che sia più attivo che se non si sente quasi nulla. Se non senti molto, il qi non è bloccato, e stimolare il punto probabilmente non cambierà il tuo stato fisico o mentale. Presta attenzione al perché potresti scegliere di usare un punto particolare. Ognuno è diverso, e il sonno può essere disturbato per molte ragioni.

Ricorda anche i punti della digitopressione spesso si sentono come sottili depressioni o rientranze. Il punto dovrebbe sentirsi tenero, leggermente “nervoso”, elettrico, sensibile, o comunque diverso da un punto a caso sul corpo. Se non lo fa, senti l’area intorno al punto (entro mezzo pollice) per vedere se il punto è effettivamente vicino.

A quel punto, massaggia il punto con un movimento circolare o premi per qualche secondo e poi rilascia. Continua per 30 secondi, assicurandoti di stimolare entrambi i lati per i punti non mediani.

L’agopuntura

I canali e i punti possono essere stimolati in molti modi diversi. La digitopressione è un modo, e l’agopuntura è un altro modo, più versatile. L’agopuntura può raggiungere strutture sotto la pelle in modi che non sono possibili con la digitopressione, e con l’uso di aghi, più punti possono essere stimolati allo stesso tempo, cosa che è difficile da fare con solo due mani. Se vuoi provare a ricevere l’agopuntura, tieni presente che ogni agopuntore è un po’ diverso. Se il tuo primo trattamento non ha molto effetto, non rinunciare subito. Potresti aver bisogno di dare al tuo operatore l’opportunità di conoscerti meglio, o potresti aver bisogno di un operatore che sia più adatto a te.

I punti occipitali di digitopressione per dormire

I quattro punti di digitopressione occipitali sono tutti relativamente vicini tra loro. Se hai difficoltà a trovare un punto specifico, senti lungo il bordo inferiore posteriore del cranio e massaggia semplicemente le aree che sono sensibili o tenere.

Pilastro Celeste (Tianzhu)

Il pilastro celeste rappresenta la nostra capacità di tenere la testa sollevata contro la forza di gravità e quindi sostiene la nostra capacità di connetterci a ciò che è più grande di noi (il cielo). Può diventare stretto e ostruito quando siamo stressati, o quando sentiamo di dover tenere la testa alta per essere consapevoli di un potenziale pericolo intorno a noi. Quando arriva il momento di dormire, però, non possiamo abbassare la testa e riposare. Questo punto può anche aiutare con mal di testa stretti e doloranti nella parte posteriore della testa, avvolgendo la parte superiore della testa, o avvolgendo i lati fino alle tempie.

Posizione: Trova la grande depressione sulla linea mediana del collo alla base del cranio. Puoi individuare il punto proprio sotto il bordo inferiore del cranio, dopo aver attraversato lateralmente la cresta del muscolo su entrambi i lati della colonna vertebrale.

Stagno del Vento (Fengchi)

Uno stagno è un piccolo corpo d’acqua che raccoglie ma non drena, e quindi fornisce un contenitore di quiete. Qui, il vento rappresenta l’attività frenetica e l’energia caotica, specialmente intorno al prendere decisioni e fare le cose. Questo punto si usa quando non riesci a dormire a causa delle cose che devi fare o se ti senti sopraffatto nel prendere decisioni difficili. Fisicamente, questo punto aiuta quando la tensione del collo rende difficile girare la testa, così come per il mal di testa stretto e pulsante lungo il lato della testa, intorno alle tempie, e dietro gli occhi.

Posizione: Metti la mano sulla nuca al bordo inferiore del cranio, lateralmente alla colonna vertebrale. Gira la testa dallo stesso lato della mano e senti il tendine che si solleva dal collo con questo movimento. Individua il punto nella depressione appena posteriore a questo tendine, sul bordo dell’osso.

Sonno ristoratore (Anmian)

Quello del sonno ristoratore è considerato un punto “extra”, in quanto non appartiene a nessuno dei canali di agopuntura nominati. Tuttavia, il suo nome indica che è usato principalmente per aiutare la mente a rilassarsi al fine di creare un sonno tranquillo e riposante. Questo punto è utile per problemi simili a quelli illustrati nel paragrafo precedente e può essere stimolato con o al posto di quel punto.

Posizione: Localizzare il punto morbido dietro il lobo dell’orecchio, e poi localizzare lo stagno del veneto. Il punto del sonno ristoratore si trova a metà strada tra questi due punti, sul bordo dell’osso.

Osso finale (Wangu)

L’osso finale può essere usato per scopi simili a quelli dello stagno del vento. Il nome, tuttavia, suggerisce alcune differenze. “Finale” qui può anche significare completo, o finito, e connota l’ultimo passo di qualcosa che viene reso intero. L’osso è un simbolo di solidità e struttura. Questo punto sarà utile per prendere decisioni e finalizzare un piano d’azione, dandoti una certezza che ti aiuterà a strutturare qualsiasi azione tu debba intraprendere. Quando è ora di dormire, questo punto metterà a riposo l’incertezza che ti tiene sveglio.

Posizione: Trova la punta del processo mastoideo, la prominenza ossea appena dietro l’orecchio. Il punto si trova appena dietro questo punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.