Cos’è la gerarchia dei bisogni di Maslow

di | 12 Aprile 2022

Quando si parla di motivazioni delle persone si parla della cosa principale che le fa andare avanti. E se vuoi essere in grado di leggere correttamente il linguaggio del corpo di una persona, devi capire le motivazioni che le guidano. Pensa a questo come a guidare su un’autostrada. Tutti stanno guidando verso una destinazione, che è la loro motivazione principale. Se stai guidando accanto a loro, potresti non essere sicuro al 100% di dove stanno andando. Tuttavia, se si osservano bene i movimenti dell’auto, i lampeggiatori, la loro posizione nella corsia e così via, si dovrebbe essere in grado di fare una previsione quasi accurata e quindi regolare la propria guida di conseguenza. Anche se una persona vi mente, sapere cosa la motiva o qual è il suo “gioco finale” può aiutarvi a capire il motivo della bugia.

Un’altra nota, le motivazioni sono definite come i fattori consci o inconsci dei comportamenti delle persone. I motivi sono le ragioni per cui facciamo quello che facciamo. I comportamenti sono gli atti stessi; le azioni che riflettono la motivazione di una persona.

Gerarchia dei bisogni di Maslow

Questo è probabilmente uno dei più vecchi razionali per comprendere la motivazione umana. Non è perfetta, ma cosa lo è? La Gerarchia dei bisogni di Maslow è molto simile alla Piramide alimentare. Spiega che le motivazioni hanno un approccio dal basso verso l’alto. I bisogni più bassi sono i più basilari e prevalenti che devono essere soddisfatti prima di affrontare gli altri bisogni. Ci sono cinque livelli di bisogni umani di base, partendo dal basso, e sono: Fisiologico, Sicurezza, Amore/Avvicinamento, Stima e Attualizzazione del Sé.

Bisogni fisiologici

Sono i componenti che mirano alla sopravvivenza. Secondo la teoria di Maslow, gli esseri umani sono costretti a soddisfare questi bisogni prima di poter ascendere a livelli più alti. Quindi, quali sono esattamente questi bisogni fisiologici? Questi sono:

  • Omeostasi, o fondamentalmente l’equilibrio del corpo per preservare la sua condizione di vita
  • Salute
  • Cibo
  • Acqua
  • Sonno
  • Abbigliamento
  • Riparo
  • Appartenenza sociale.

Una volta che si hanno i bisogni più elementari e la sicurezza, il passo successivo è cercare l’appartenenza sociale. Siamo animali sociali, dopo tutto, e il bisogno di essere accettati dai nostri pari è una delle forze trainanti più comuni per le persone. Il bisogno di appartenenza sociale è tipicamente soddisfatto da quanto segue:

  • Amicizie
  • Intimità
  • Famiglia

Il bisogno di essere accettati nei gruppi sociali esiste indipendentemente dalle dimensioni del gruppo stesso. Le piccole connessioni sociali includono la famiglia, gli amici e i colleghi. Noterete che la maggior parte delle persone farà di tutto per avere questo senso di accettazione e di appartenenza nella cerchia sociale scelta. La mancata soddisfazione di questi bisogni porta a problemi come l’ansia sociale, la depressione clinica e la solitudine.

Autostima

La prossima è l’autostima, che è collegata al secondo livello. Le persone spesso usano il secondo livello per saltare al terzo. L’accettazione nella loro cerchia sociale tende ad aumentare l’autostima di una persona che si ritiene degna perché gli altri la trovano degna. Cosa comprende questo livello? Ci sono in realtà due versioni di questo: la versione inferiore e quella superiore. La versione inferiore parla di autostima derivata dagli altri. C’è un bisogno di status, fama, prestigio, riconoscimento e attenzione da parte degli altri.

La versione più alta parla di autostima derivata dalla propria competenza. Questo parla di fiducia in se stessi, sapendo che si è capaci di essere indipendenti. Questo significa essere in grado di prendersi cura di se stessi, conoscere i propri bisogni e avere la capacità di soddisfarli. Questo dà all’individuo un senso di valore e gli impedisce di avere un complesso di inferiorità.

Autorealizzazione

Questo è il livello più difficile della piramide della motivazione, e riguarda il riuscire a raggiungere il pieno potenziale di una persona. Maslow lo descrive come la capacità di un individuo di realizzare tutto ciò che può raggiungere nella vita. Si tratta di un obiettivo per tutta la vita e per molte persone può essere difficile individuare questo obiettivo per tutta la vita. Altri, tuttavia, sanno qual è questo obiettivo, ma hanno difficoltà a raggiungerlo.

L’autorealizzazione può includere:

  • genitorialità
  • acquisizione di un partner
  • utilizzare e sviluppare le capacità
  • utilizzare e sviluppare i talenti
  • perseguire altri obiettivi.

Questi motivi di auto-realizzazione sono descritti da Maslow come la spinta intrinseca che spinge le persone verso il completamento. Le persone che hanno una chiara comprensione di questo obiettivo hanno bisogno di capire come i loro quattro bisogni nella piramide interagiscono tra loro per aiutarli a raggiungere l’obiettivo finale.

Trascendenza

Stranamente, lo sviluppatore di questa gerarchia parlò anche di un sesto livello. L’ha chiamato trascendenza e, secondo lui, è un livello di realizzazione in cui una persona si arrende a qualcosa o qualcuno più potente di lui. Probabilmente state pensando alla religione, ma non è tutto qui. La trascendenza si persegue anche attraverso esercizi meditativi. Secondo lui, la trascendenza si riferisce al livello più alto e olistico della coscienza umana.

Come può aiutare questa gerarchia a leggere le persone?

Se ci basiamo completamente sulla Gerarchia dei bisogni di Maslow, noterete che la maggior parte delle azioni delle persone sono orientate a raggiungere uno di questi cinque bisogni. Può essere un po’ difficile, ma quello che volete fare è cercare di capire quale di questi cinque bisogni una persona vuole raggiungere attraverso un particolare comportamento. Vuole l’accettazione sociale? Vuole raggiungere i bisogni fondamentali per mantenere la vita? O vuole un senso di sicurezza? Se si riesce a capire esattamente quale bisogno ultimo una persona vuole soddisfare, si può almeno riempire le lacune e fare una lettura su ciò che il suo corpo sta dicendo.

L’esperienza conta quando si tratta di motivazioni

Ovviamente, c’è molto di più nella motivazione che capire quale dei cinque bisogni una persona vuole soddisfare. L’esperienza è un grande predittore quando si tratta di capire le motivazioni. Inoltre, è su una base caso per caso, con VOI come un grande fattore nell’equazione. In poche parole: cosa vuole questa persona da me? Che bisogno sta cercando di soddisfare questa persona attraverso di me? Quale bisogno posso soddisfare per questa persona?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.