Che cosa fa un agente immobiliare e quali requisiti deve possedere

di | 26 Settembre 2020

2 kitchen-1543493_1920La professione di agente immobiliare è molto impegnativa e richiede una costante relazione con un pubblico variegato. L’agente immobiliare è a tutti gli effetti un imprenditore capace di concludere una trattativa di vendita o di affitto di un immobile, attraverso la mediazione tra il venditore e il cliente.

Il ruolo principale di un agente immobiliare è quello di venditore: deve essere capace di ascoltare le richieste dei clienti, soddisfare le loro esigenze e sciogliere le indecisioni attraverso soluzioni mirate per ogni situazione. Tutto questo è possibile grazie alla condivisione della propria esperienza e grazie a capacità gestionali.

Come funziona il lavoro dell’agente immobiliare

Le attività svolte da un agente sono numerose e non riguardano esclusivamente la conclusione di una vendita o di un affitto, al contrario, le attività più frequenti riguardano le negoziazioni tra venditori, compratori e affittuari.

L’ agente immobiliare cosa fa? Un agente svolge le sue attività all’interno di un’agenzia immobiliare e può operare come dipendente, socio, titolare o libero professionista.

Le mansioni che può svolgere sono diverse, che possiamo riassumere in:

  • Attività di marketing applicate al mercato immobiliare;
  • Redazioni di annunci promozionali sugli immobili;
  • Valutazione degli immobili basate sulle stime del mercato immobiliare;
  • Presentare le offerte dei clienti al proprietario dell’immobile;
  • Curare i processi burocratici connessi ad una trattativa di compravendita/affitto;
  • Effettuare visite degli immobili con i clienti.

Un agente immobiliare freelance è considerato un mediatore in fase di trattativa, ciò significa che riceve un compenso sia dal venditore che dal cliente. Quando l’agente è un dipendente di un’agenzia, invece, riceve un compenso fisso da parte dell’agenzia e un compenso variabile in base al numero di trattative concluse.

I requisiti fondamentali per diventare un agente immobiliare

I requisiti necessari per diventare un agente immobiliare sono molteplici e possono essere suddivisi in quattro diverse categorie: requisiti di tipo professionale, personale, morale e burocratico.

I requisiti di tipo professionale e formativo prevedono il superamento di un esame specifico per poter eseguire l’iscrizione al registro di competenza. È fondamentale frequentare un corso professionale che permette di presentare la domanda d’esame di abilitazione per il conseguimento del patentino di Agente D’Affari in Mediazione.

Requisiti personali e morali

I requisiti personali di un agente immobiliare, richiesti per soddisfare l’esercizio delle attività di Agenti in Affari di Mediazione sono:

  • Essere in possesso di una cittadinanza europea ed essere residenti in Italia;
  • Essere residenti nella provincia presso la quale è stata presentata la domanda;
  • Aver compiuto 18 anni;
  • Essere in possesso di un Diploma di scuola secondaria superiore o di un diploma di un Istituto Professionale;
  • Essere residenti nella provincia della Camera di Commercio a cui si richiede l’iscrizione.

I requisiti morali, invece, assicurano che la professione è svolta da un individuo:

  • Non interdetto, inabilitato, condannato per delitto o altri reati per cui sia prevista dalla legge una pena che includa la reclusione non inferiore ai due anni a al massimo a cinque anni;
  • Non sottoposto a normativa antimafia;
  • Non soggetto a sanzioni amministrative accessorie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *