Come rendere smart la propria casa

di | 17 Aprile 2021

1 office-624749_1920Con il passare del tempo si sente sempre più spesso parlare di “Smart home” ovvero di casa intelligente, dove tutti i dispositivi sono connessi alla rete e si interfacciano con uno smartphone. Tutto questo, inevitabilmente, permette di gestire al meglio la propria casa anche quando si è lontani da essa. È possibile ad esempio collegarsi con un dispositivo alla cosiddetta telecamera cloud, ovvero un particolare dispositivo che permette di vedere cosa accade in casa in tempo reale, anche se si è dall’altra parte del mondo. Oggigiorno creare una smart home è piuttosto semplice, tuttavia, è necessario seguire taluni passaggi per ottenere il connubio perfetto tra comodità e funzionalità. Smart home infatti non significa solamente avere una casa tecnologica, la tecnologia deve essere funzionalizzata per garantire un miglior soggiorno in casa e per conferire quel tocco in più capace di stupire gli ospiti.

Creare la propria rete WI-FI

Il primo passo fondamentale per creare la propria Smart Home è istallare una propria connessione Wi-Fi, molto prestante possibilmente, a cui collegare tutti i dispositivi. Appena istallata la rete Wi-Fi, è necessario accertarsi che la connessione arrivi in tutti gli angoli della casa, in caso contrario infatti non sarà possibile collegare tutti i dispositivi. Qualora la connessione non dovesse essere presente in tutte le camere, è consigliabile acquistare le apposite antenne Wi-Fi.

Come dire addio a tutti gli interruttori

Una volta istallata la connessione, è possibile istallare le prime periferiche che rendono la casa “Smart”. Attraverso dei dispositivi moderni, come BTicino Living Now, è possibile dire addio in modo definitivo agli interruttori. Questi, infatti, permettono di gestire direttamente da un’applicazione (scaricabile sul proprio smartphone) tutti gli impianti elettrici presenti in casa. Questo ovviamente è possibile perché le placchette, in genere posizionate vicino alle porte o ai letti, sono connesse ad internet. Queste particolare placchetta permette non solo di accendere e spegnere le luci (anche quando si è fuori di casa) ma anche di gestire (sempre tramite applicazione) gli elettrodomestici presenti in casa, controllare le tapparelle ecc.  Infine, è doveroso prendere in considerazione anche gli enormi vantaggi che offre questa particolare tecnologia in termini di personalizzazione e di risparmio. Istallare strumenti di questo tipo permette di personalizzare i comandi, ad esempio è possibile far accendere determinate luci in casa a seconda del tocco, inoltre, garantisce anche un monitoraggio continuo del consumo elettrico in casa, questo significa che la bolletta non sarà più una sorpresa. Ovviamente questi dispositivi per poter funzionare al meglio necessitano di dispositivi smart, ovvero gestibili mediante applicazione.

Rendere smart tutti i dispositivi

Una volta istallati correttamente tutti i dispositivi smart, è fondamentale rendere smart anche tutti quei dispositivi presenti in casa che non lo sono. Per poterlo fare occorre utilizzare strumenti particolari come ad esempio una presa intelligente da collegare alla rete Wi-Fi. In questo modo è possibile, seppur indirettamente, rendere smart quasi tutti i dispositivi. Forse un esempio può rendere più chiara la questione, si pensi ad esempio ad una classica lampada da scrivania, se questa viene collegata ad una presa intelligente è possibile gestirla mediante applicazione proprio come gli altri dispositivi smart.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.